Non è un caso che i suoi compagni lo chiamino ‘Leone’ in campo, ricordando a tutti il vero leone che Francesco Acerbi si era tatuato sulla coscia e nel suo spirito, se mai ce ne fosse stato bisogno. Ma è proprio la coscia il problema di questa finale 2020 per l’ex giocatore del Sassuolo: un lieve infortunio lo ha costretto a fermarsi contro il Verona nel primo tempo. Ora è il momento di guardare, sperare e consultare: giorno per giorno, con i medici che osservano la condizione, sperando in una risposta definitiva. Continuare a sperare di fronte alla minaccia contro il Napoli o annullare la partita contro il Milan a San Siro fino all’ultima partita dell’anno? Se dipendesse da Acerbi giocherebbe entrambe le cose, ma è evidente che la salvaguardia della sua potenziale condizione fisica è assolutamente prioritaria. Lo hanno confermato i colleghi di Lalaziosiamonoi.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY