“Il governatore Vincenzo De Luca ha riflettuto sulla serata di follia vissuta nella regione in un post sui propri canali sociali: “Ieri sera a Napoli c’è stato uno spettacolo incapace di brutalità e di guerriglia urbana orchestrata, che ha poco a che fare con le categorie sociali. Le stesse ordinanze sono state estese ieri a Milano, Roma e Napoli. E mentre le città sono state abbandonate a Milano e a Roma, un paio di centinaia di delinquenti hanno sporcato il nome della città.

Vorremmo renderlo noto:
1. I protagonisti di questi episodi hanno poco a che fare con le categorie economiche e con i napoletani, che in questi mesi hanno fornito prove eccezionali di autodisciplina e trasparenza e che difenderemo totalmente a livello sanitario e di responsabilità sociale;
2. Continueremo a seguire la nostra linea di rigore, come è nostro dovere fare, senza muovere una virgola.

1. 1. Garantire la legalità e il rispetto della legge;
2. 3. Stabilire rapidamente un piano di sostegno socio-economico per le comunità e le famiglie produttive.

Per quanto riguarda le politiche sanitarie, questa assistenza è una priorità assoluta, come abbiamo fatto in Campania con un’agenda economica e sociale attuata in concomitanza con misure restrittive. Da oggi, se non risolviamo tempestivamente la crisi sociale, non possiamo tollerare ritardi e incontri. Incoraggiamo una consultazione con il governo su questi punti in Horas.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY