La Juve-Napoli giocherà, con l’eccezione di brutte e sensazionali sorprese (in numeri) del terzo tampone settimanale.
Dopo una quindicina di giorni surreali, la squadra di Gattuso arriva all’appuntamento con la notizia dell’epidemia di Genova – sono arrivati 19 ottimisti – e la positività di Zielinski che lascia una paura tremenda per un contagio che potrebbe essere incubato tra molti italiani ma non ancora identificato dai tamponi.

L’allenatore del Napoli si vede sostituire un ragazzo a centrocampo, un ambiente dove, pur avendo già perso Insigne, vuole, tra l’altro, un rinforzo più congeniale al 4-2-3-1 (l’identificazione ormai chiara è quella di Bakayoko).
C’è invece una Juventus che a Roma non ha incantato, rischiando di prendere il 3-1 prima del 2-2 più volte in inferiorità numerica e sembra a tutti gli effetti un cantiere aperto di vari tentativi di Pirlo, alla ricerca del giusto assetto per far sopravvivere il normale Ronaldo come gli altri giocatori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY