Giuseppe Portella, professore di Patologia Clinica presso Federico II, e membro dello staff che accompagna gli assorbenti del Napoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli degli assorbenti che i calciatori italiani stanno subendo: “Succede sempre che il test non dia un risultato e noi siamo tenuti a replicarlo”. E’ successo con 4-5 tamponi fatti al gruppo di squadra”.Non ci sono altre preoccupazioni specifiche. Nei focolai multipli, il primo è positivo e il secondo è positivo. La stessa cosa accade nel calcio. Abbiamo una piccola comunità in cui è improbabile che il positivo rimanga solo. L’abbiamo visto con il Genoa, e credo che succederà anche in altre situazioni. Facciamo le nostre preghiere per il Napoli. L’elemento di interesse non è solo Zielinski, che resterà solo. L’elemento di interesse è che sono tutti in contatto con una serie di persone malate. Tuttavia, questi sono i protocolli Quindi la pianificazione andava avanti. La probabilità che alcuni siano compromessi nel gruppo di lavoro è molto alta.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY